Confronto tra i 5 migliori piatti ride 2024

Un ottimo piatto ride è un must se si vuole avere una batteria dal suono professionale. Sono qui per aiutarvi a farvi un’idea di ciò che c’è in giro, in modo che possiate passare meno …

I migliori piatti ride

Un ottimo piatto ride è un must se si vuole avere una batteria dal suono professionale. Sono qui per aiutarvi a farvi un’idea di ciò che c’è in giro, in modo che possiate passare meno tempo a navigare e più tempo a suonare.

Il mio consiglio per il miglior piatto ride è lo Zildjian K Custom Dark. È molto popolare tra i batteristi professionisti per il suo suono ricco e vario.

La mia scelta più economica sarebbe il Meinl HCS 20″, che ha un suono molto decente per il suo prezzo.

I 5 migliori piatti ride (2024)

Scelta del redattore – Scuro, asciutto e variegato

Piatto Ride Zildjian K Custom Dark

Opzione conveniente – Un piatto ride molto decente per questa fascia di prezzo

Il piatto ride Meinl 20

Suono brillante e colorato con armoniche medie

Il piatto ride Zildjian 21

Una grande ruga – anche per il crash

Il piatto Ride Sabian 21 Groove

Suono chiaro a un prezzo accessibile

Il piatto ride Paiste PST 3 20

Esaminiamoli in dettaglio.

1. Zildjian K Custom Dark Ride

Piatto Ride Zildjian K Custom Dark

La mia scelta per il miglior piatto Ride.

Con un suono scuro, asciutto e vario.

Lo Zildjian K Custom Dark è noto per la sua diversità sonora. Produce un suono secco e umido con sfumature calde, che lo rendono ideale per la musica soft.

La sua finitura, così come la possibilità di suonare in modo trash, ne aumenta la versatilità se si suona il rock. Ciò significa che è possibile utilizzare il ride anche come crash.

Vantaggi

  • Definizione di suono brillante
  • Può essere utilizzato come crash
  • Uso versatile

Svantaggi

  • Il suo prezzo

Realizzate in bronzo fuso, invecchiano molto bene. Il loro suono si riscalda solo con il tempo, rendendoli una ruga molto durevole.

La serie K Custom Dark viene fusa individualmente dal metallo fuso e poi martellata a mano. Con il ride, Zildjian permette di scegliere tra un 20″ o un 22″.

Zildjian è uno dei maggiori produttori di piatti e la serie K Custom è la più ricercata. Con il Dark ride è facile capire perché.

2. Cavalcare Meinl 20″ HCS

Il piatto ride Meinl 20

Nella storia recente, Meinl è riuscita a distinguersi come produttore leader di piatti producendo piatti di alta qualità a prezzi accessibili. Il ride HCS da 20″ ne è il simbolo perfetto.

Si tratta di un ottimo piatto, soprattutto se siete agli inizi della vostra carriera di batteristi e avete un budget limitato. Il ride HCS produce un suono caldo con un sustain medio-corto, adatto al rock e al pop.

Vantaggi

  • Incredibilmente conveniente
  • Suono di alta qualità
  • Campana ben definita

Svantaggi

  • Manca un po’ di carattere

Realizzato in lega MS63, questo ride ha un’intonazione medio-bassa, un bel ping e una campana discreta. Perciò è possibile utilizzarlo in un’ampia gamma di contesti musicali.

Esteticamente, è realizzato con tecnologia a punti di pressione e supporta un look tradizionale. È molto piacevole da vedere sul palco, soprattutto in una stanza piccola.

Per un piatto che suona come i piatti di fascia media di altri marchi ed è così conveniente, il Meinl HCS 20″ Ride è un’opzione straordinaria. Anche se siete a un livello intermedio.

3. Zildjian 21″ serie A Sweet Ride

Il piatto ride Zildjian 21

Suono brillante e colorato con armoniche medie.

Un altro ride Zildjian molto apprezzato e rispettato nel mondo dei tamburi. Lo Zildjian 21″ A-Series Sweet Ride è un ride incredibilmente versatile, adatto a tutte le occasioni.

Ogni colpo produce un suono brillante e definito con sfumature medie. Questo piatto può essere anche un crash cymbal, se lo si desidera, ed è per questo che è uno dei piatti più utilizzati nella storia della musica.

Vantaggi

  • Piatto ride versatile
  • Può essere utilizzato come piatto crash
  • Bella definizione sulla bacchetta

L’A Sweet Ride è realizzato con la lega di bronzo fusa, segreta da centinaia di anni, di Zildjian. È disponibile in due finiture, Brilliant e Traditional. Il piatto fa la sua figura sia che si tratti di un grande spettacolo che di un piccolo concerto.

Lo Zildjian 21″ A Sweet Ride è sicuramente all’altezza del suo nome “dolce”. Ha un suono piacevole e bello che vi verrà in soccorso in qualsiasi situazione musicale. Dopo tutto, molti batteristi di successo hanno dimostrato il loro amore per l’A Sweet Ride per un motivo.

4. Groove Ride Sabian 21″ HHX

Il piatto Ride Sabian 21 Groove

I piatti Sabian sono stati la scelta di fiducia di alcuni dei più grandi batteristi di tutti i tempi e il Sabian 21″ HHS Groove Ride dimostra esattamente perché. Questo piatto dal suono morbido è ideale per tutti gli usi.

Ha un suono scuro con la giusta secchezza che lo rende ideale per la musica moderna. I bordi offrono una buona definizione alla bacchetta e possono essere utilizzati come crash. Anche la campana si abbina al resto del piatto con un suono molto melodico.

Vantaggi

  • Ottimo per molti generi
  • Funziona bene come crash
  • Resistente

Svantaggi

  • Il suo prezzo

Il piatto HHX Groove Ride è realizzato in lega di bronzo B20 altamente resistente. Ogni piatto viene invecchiato, martellato a mano e sottoposto a una finitura ad alta lucentezza per garantirne l’aspetto e il suono.

Nonostante la fascia di prezzo, il Sabian 21″ HHX Groove Ride è un piatto che merita di far parte del vostro arsenale. Che siate professionisti o meno.

5. Cavallo Paiste PST 3 20″.

Il piatto ride Paiste PST 3 20

I piatti Paiste PST3 hanno ridefinito l’offerta di piatti per principianti. Il piatto ride da 20″ è una buona scelta per i principianti o per chi naviga con un budget limitato.

Ha un suono caldo e chiaro che produce un piacevole sfrigolio sugli accenti. Anche la campana è ben pronunciata. Essendo un piatto ride da 20″, il piatto ha una certa capacità di crash. Per essere un piatto iniziale, è ampiamente applicabile.

Vantaggi

  • Suono bilanciato
  • Volume da basso ad alto
  • Prezzo sorprendentemente conveniente

Svantaggi

  • Ideale come piatto da allenamento
  • Manca un po’ di carattere

Il PST 3 è realizzato in lega di ottone MS63. Ha una finitura brillante e un peso medio. Per un piatto così economico, Paiste ha svolto un buon lavoro con il PST 3.

Il Paiste PST 3 20″ Ride è un piatto adatto a molti stili. Per i principianti che non vogliono spendere una fortuna e ottenere comunque un grande suono, questo ride fa al caso vostro.

Guida all’acquisto dei piatti ride

Il ride è il secondo piatto più importante del vostro setup dopo l’hi-hat. Il suo uso si estende oltre il jazz e il rock tradizionali a generi come la bossa nova e l’afro cubano. Quando si acquista un piatto ride, è sicuramente utile pensare a ciò che si vuole veramente dal proprio ride.

Materiale da costruzione

Probabilmente avrete sentito parlare della lega Bronze B20. Composta dall’80% di rame e dal 20% di stagno, è la lega più comunemente utilizzata per la produzione di piatti. È lo standard industriale per i musicisti professionisti.

Tuttavia, anche Meinl, Paiste e Zildjian hanno sperimentato leghe come B8, B10, B12 e B15. Come regola generale, più stagno c’è, migliore è il suono.

Se siete principianti e avete un budget limitato, potete anche optare per i piatti in ottone. Non vi daranno la qualità dei piatti più costosi, ma vi faranno superare la fase dei principianti.

Dimensione di una ruga

La scelta della misura giusta dipende esclusivamente da voi. Le misure dei ride vanno da 18″ a 22″, ognuna con un suono distinto.

Le rughe più piccole funzionano bene anche come crash, ma quelle più grandi hanno un ping e un sustain migliori. È una questione di preferenze a seconda del vostro stile.

Suono

La definizione di un buon piatto ride è del tutto soggettiva. Alcuni musicisti preferiscono un suono brillante e acuto, mentre altri preferiscono un tono più scuro e basso. Alcuni stili richiedono un suono umido con un buon sustain, mentre altri preferiscono il poco sustain offerto dai piatti asciutti.

Campana

La campana è disponibile in diverse dimensioni. Le campane più grandi producono un suono più forte, molto utilizzato nella musica più pesante. Lo svantaggio è che le campane più grandi rendono il ride più pesante e generano molti sovratoni, poiché le dimensioni del resto del piatto sono ridotte.

Il verdetto

Ho elencato i miei cinque migliori piatti ride, tra i quali la scelta migliore è lo Zildjian K Custom Dark. Se siete dei neofiti, scegliete il Meinl HCS 20″.

I piatti svolgono un ruolo cruciale nel definire lo stile e il suono del vostro modo di suonare. Per questo è meglio prendere una decisione informata al momento dell’acquisto. Ma non lasciatevi frenare dalle convenzioni. Esplorate voi stessi e scoprite cosa vi si addice di più.

Lascia un commento